SOVRAPPESO


Gli studi condotti su ampie popolazioni dimostrano che l’incremento ponderale si associa con il rischio di andare incontro ad alcune forme tumorali, come quelle del colon e della mammella, facilita l’insorgenza del diabete e soprattutto porta a un maggior pericolo di andare incontro a malattie cardiovascolari. Parlare genericamente di peso corporeo, tuttavia, può non essere sufficiente. L’aumento ponderale può essere dovuto a diverse cause fra cui le più comuni sono: Ritenzione di liquidi Aumento della massa grassa di tipo periferico, Aumento della massa grassa di tipo metabolico.


Ritenzione di liquidi


La ritenzione di liquidi può essere dovuta principalmente, escludendo altre cause, a:assunzione di alcol, eccessiva assunzione di sale o da tossicità per tossici ambientali che non riescono ad essere smaltiti attraverso la detossicazione epatica quindi è importante riequilibrare l’alimentazione e assumere integratori nutrizionali per ristabilire i normali processi di detossificazione epatica .


Massa grassa di tipo periferico


L’obesità periferica può essere dovuta principalmente a una resistenza nei confronti dell’ormone tiroideo attivo con conseguente rallentamento della velocità di combustione calorica. Questo tipo di incremento di massa grassa, chiamato obesità periferica, conferisce al corpo la cosiddetta "forma a pera" infatti, il grasso è accumulato maggiormente nelle zone di glutei e cosce. L’obesità periferica, data la riduzione di velocità di combustione delle calorie, risente positivamente sia di una dieta ipocalorica che dell'esercizio fisico a riconosciuta azione stimolante del metabolismo basale.


Massa grassa di tipo Metabolico


L’obesità metabolica è caratterizzata da accumulo di grasso in corrispondenza dell’addome, conferendo la cosiddetta "forma a mela", il tessuto adiposo viscerale si dispone infatti lungo il peritoneo (membrana che ricopre internamente gli organi addominali) e nelle strutture connettive intra-addominali. La presenza dell’obesità addominale e quindi di eccesso di grasso viscerale viene definita attraverso la misurazione della circonferenza dell’addome: quando il giro vita supera i valori di 102 e 88 centimetri, rispettivamente nei maschi e nelle femmine, si parla di obesità addominale.I


l grasso viscerale ha caratteristiche diverse rispetto a quello sottocutaneo, che si trova per esempio nei glutei, sia sotto il profilo della struttura delle cellule sia sotto l’aspetto degli effetti che le cellule stesse esercitano sul sistema endocrino-metabolico dell’organismo. E’ infatti, dimostrato che gli adipociti viscerali svolgono una maggiore attività endocrina e quindi esercitano una maggior quantità di effetti negativi sul metabolismo, con incremento dei rischi per l’apparato cardiovascolare. Inoltre, il grasso viscerale è collegato al mantenimento dell’infiammazione, l’insulino-resistenza (o disinsulinismo) l’iperglicemia, la dislipidemia, l’ipertensione e la disfunzione endoteliale.


Anche in questo caso l’intervento nutrizionale può far rientrare il peso nella norma diminuendo l’eccesso di grasso addominale e quindi i rischi di malattie metaboliche e cardiovascolari.

 

NOTIZIE UTILI

Additivi alimentari da evitare

Inserire qualche cosa di nuovo in un alimento non è sempre una buona idea, particolarmente quando nuoce alla salute. Eccovi 12 additivi da evitare:
(queste non sono valutazioni personali, ma di MSN health and Fitness).

CONTINUA

Camminare allunga la vita

Il premio Nobel del 2009 è stato riconosciuto a chi da tempo si occupa dei telomeri, una sorta di catena interna alla cellula che rende conto della sopravvivenza di ogni cellula e di ogni essere vivente. Se il telomero è lungo, la cellula (e chi la possiede) vive più a lungo.

CONTINUA

Più frutta e meno sale

Registriamo con piacere come da qualche tempo anche alcune riviste di divulgazione sanitaria molto diffuse comincino a segnalare i molti effetti del sale sulla salute.

CONTINUA

La Febbre

Non c’è fenomeno, che il nostro povero corpo sviluppi, più osteggiato della febbre. Lo definirei meglio come accanimento. Tanto più grave quanto più si ignora il significato profondo, e salvifico aggiungo, di questo fenomeno che il nostro organismo ci sottopone. Se conoscessimo il significato dell’innalzamento della temperatura del nostro corpo, ci guarderemmo bene dall’ostacolarlo. Ottenendo certamente uno stato di salute superiore. Occupiamoci di capire perché.

CONTINUA

Obesità infantile, fattori di rischio e prevenzione

L'obesità infantile è un problema di notevole rilevanza sociale: un bambino che mangia troppo sarà anche, con molta probabilità, 'un adulto obeso', con una maggiore possibilità di complicanze (dislipidemie, diabete, ipertensione, difficoltà motorie, difficoltà nella respirazione nonché difficoltà psicologiche).

CONTINUA

Frutta e verdura aiutano a rilassarsi

Che la frutta e la verdura facciano bene alla salute non è un segreto, ma un nuovo studio dell'Università di Otago svela un beneficio in più: mangiare più frutta e verdura è una strategia per calmarsi.

CONTINUA

Additivi alimentari da evitare

Inserire qualche cosa di nuovo in un alimento non è sempre una buona idea, particolarmente quando nuoce alla salute. Eccovi 12 additivi da evitare:
(queste non sono valutazioni personali, ma di MSN health and Fitness).

CONTINUA

Integratori Alimentari

L'integrazione alimentare, l'uso di supplements e di vitamine, come quello di sostanze naturali ad azione specifica o di alimenti funzionali (basta pensare al resveratrolo o alle mandorle), è sempre più oggetto di discussione e di controversia.
Eppure ci sono lavori di notevole rilievo scientifico che confermano in modo rigoroso il forte impatto positivo dell'integrazione alimentare nel migliorare la propria salute.

CONTINUA

Più frutta e meno sale

Registriamo con piacere come da qualche tempo anche alcune riviste di divulgazione sanitaria molto diffuse comincino a segnalare i molti effetti del sale sulla salute.

CONTINUA